trucchi per la pulizia della casa

Mediamente passiamo quasi 40 minuti al giorno a pulire casa, un tempo che probabilmente ciascuno di noi vorrebbe impiegare per svolgere attività più piacevoli. Ricercatori dell’Istituto di psicologia medica di Berlino hanno persino trovato un collegamento tra lavori di casa, stress e peggior ripresa fisica nelle donne che hanno subito un intervento chirurgico. Fortunatamente esistono dei trucchi geniali che ti consentono di rendere la tua casa due volte più pulita nel metà tempo normalmente necessario. Scopriamoli insieme

Come pulire facilmente il frullatore

Pulire un frullatore è un’attività pericolosa, infilare la mano in una ciotola piena di coltelli non è proprio bellissimo. Tuttavia, è più semplice di quanto tu possa pensare rimuovere quanto rimasto nel boccale, basta versare al suo interno dell’acqua calda, un po ‘di bicarbonato e un po’ di sapone per i piatti, quindi azionare il frullatore per qualche secondo. In seguito, dagli un risciacquo con della semplice acqua calda.

Il lavandino della cucina è pieno di batteri!

I lavandini sono tra i luoghi più sporchi della casa, un recente studio pubblicato su Applied and Environmental Microbiology rivela che molti lavandini, anche quelli presenti negli ospedali, sono colmi di batteri persino resistenti ai farmaci. La soluzione? Dopo aver disinfettato con un detergente antibatterico, lucidare i rubinetti e le maniglie del rubinetto con della carta cerata. Questo non solo aiuterà a rimuovere le macchie d’acqua, ma sarà d’aiuto anche a prevenire le macchie future.

La pulizia della caffettiera

caffettieraSe prepariamo la moka quotidianamente, probabilmente non puliamo la caffettiera tanto quanto dovremmo fare. La pulizia non accurata potrebbe far insorgere diversi batteri; per pulire a fondo la macchinette dovremmo far compiere alla stessa un risciacquo mensile a base di aceto; basta riempire il serbatoio della caffettiera con qualche cucchiaio di aceto bianco mescolato con acqua, far fuoriuscire l’aceto così come si fa normalmente con il caffè, quindi ripetere l’operazione con della semplice acqua.

 

La lavatrice ricettacolo di microbi

Mentre molti di noi pensano che le nostre lavatrici siano autopulenti, questo non è affatto vero. Il 60 percento di tutte le lavatrici contiene batteri nocivi, tra cui E. coli. Fortunatamente puoi eliminare facilmente i batteri presenti nella lavatrice compiendo un lavaggio veloce con una combinazione di acqua calda e un litro di candeggina.

Bando agli stracci bagnati per eliminare la polvere

Per eliminare la polvere dalla superficie dei mobili, abbandona gli straccia inumiditi a favore di uno spolverino in microfibra, renderai la tua casa più pulita e meno contaminata, Una recente ricerca suggerisce che gli stracci umidi tendono ad ospitare così tanti batteri che non possono essere facilmente puliti con sostanze chimiche, ecco perché i monouso in microfibra sono da preferire.

Il materasso sempre bene igienizzato

Mentre spesso laviamo cuscini, federe e lenzuoli, lo stesso purtroppo non facciamo con il materasso, eppure la contaminazione batterica e la polvere che provoca allergie è lì in agguato. Almeno una volta al mese, aspirare il materasso dopo averlo cosparso con abbondante bicarbonato di sodio lasciato a riposo per alcune ore, il tempo necessario per permettergli di assorbire anche i cattivi odori.

Disinfetta le spugne nel microonde

Usi la spugna da cucina per pulire gli utensili, i piatti, persino i controsoffitti. Sfortunatamente, così facendo, potresti diffondere milioni di batteri in tutta la casa. La soluzione? Inumidisci leggermente la spugna, inseriscila nel microonde per 90 secondi a piena potenza e ridurrai la quantità di contaminazione batterica fino al 99 percento, almeno questo è quanto suggerisce una ricerca pubblicata sul Journal of Environmental Health. Assicurati che la tua spugna non abbia strati di metallo altrimenti danneggerai seriamente il microonde.

spugna

Pulire il forno a microonde

Basta un po’ di vapore per ripulire il microonde, basta riempire una ciotola per microonde con alcuni cucchiai di aceto bianco e una tazza d’acqua, e accendere il forno alla massima temperatura per alcuni minuti. La sporcizia sulle pareti del forno si trasformerà in una poltiglia facilmente rimovibile con uno scottex inumidito.

La pulizia del tagliere

Mentre la maggior parte dei taglieri in plastica possono essere riposti in lavastoviglie, pulire i taglieri in legno non è semplicissimo. Fortunatamente, puoi eliminare le macchie difficili sfregandole con un po’ di limone e sale. Cospargere un po ‘di sale sul tagliere, usando mezzo limone per farlo strofinarlo su tutta l’area. Lasciare riposare il composto sulle per alcuni minuti, quindi risciacquare con abbondante acqua. Oltre alle proprietà antimicrobiche del limone, la ricerca in realtà suggerisce che i taglieri di legno non possono ospitare tanti batteri come si potrebbe immaginare.

limone pulizia

 

La pulizia della padella di ghisa

Le padelle in ghisa possono essere difficili da pulire, il loro rivestimento se non trattato a diverse, può sfaldarsi e arrugginire. Per una perfetta pulizia in realtà hai solo bisogno di un po’ di sale e una patata. Versare un po’ di sale grosso nella padella e usare mezza patata per massaggiarlo fino a sfaldare il sale, poi risciacquare.



  • carote fanno ingrassare

    Le carote fanno ingrassare?

    Le carote sono tra i migliori ortaggi (seconde a finocchi e cetrioli) a basso contenuto ca…
  • Pomodori frutta o verdura

    Pomodori, frutta o verdura?

    Per capire se i pomodori appartengono alla categoria della frutta o della verdura, è neces…
  • pulire ferro da stiro

    Come pulire il ferro da stiro

    Residui di detersivo, polvere, sporcizia, calcare, sono preda della piastra del ferro da s…
Caricare altro in Casa e famiglia