come essiccare le erbe

In dispensa e ora anche tra i prodotti di bellezza, le erbe essiccate sono sempre più protagoniste. Menta, alloro, rosmarino, lavanda e timo sono solo alcune delle erbe più utilizzare in cucina e per la cura della persona. Se poi hai la fortuna di possedere un fazzoletto di terra dove poterle coltivare, ecco che questo articolo su come come essiccare le erbe può tornare davvero utile.
Alcune erbe sono dei veri medicinali naturali, la camomilla ad esempio può essere d’aiuto per rilassarsi e conciliare il sonno, la melissa può migliorare l’umore, il timo è ottimo per il sistema respiratorio, l’erba di San Giovanni e la curcuma per “coccolare” il sistema immunitario. Come sempre, prima di adoperare qualunque erba, è bene consultare il proprio medico curante, l’unico che conoscere il proprio quadro clinico e che può avallare oppure no l’introduzione di un nuovo alimento nella propria dieta.

Come essiccare le erbe

L’asciugatura all’aria è sicuramente il metodo più economico per essiccare le erbe, tutto ciò di cui hai bisogno è un panno pulito e una superficie piana. Raccogli le tue erbe, riponile sul panno e sistemale in una stanza calda e priva di umidità fino quando non saranno completamente essiccate.
Anche l’asciugatura delle erbe legate a testa in giù è un’ottimo metodo di essiccazione, funziona meglio con le erbe dal gambo corposo come lavanda, rosmarino o erbe aromatiche. Lega il mazzetto di erba con uno spago e sistemalo a testa in giù in una stanza arieggiata ma non umida, un buon ricircolo dell’aria è fondamentale così come evitare la luce diretta del sole, soprattutto per alcune erbe come rosmarino o melissa, che, al contatto con la luce solare, possono annerire.

Essiccare le erbe in forno

Per asciugare le tue erbe nel forno, dovrai portare l’elettrodomestico a una temperatura minima di 122°C, in alternativa basterà riscaldarlo alla temperatura più bassa, spegnerlo e riporvi le erbe con l’accorgimento di lasciare la porta aperta per far fuoriuscire l’umidità. Riponi le erbe su una teglia rivestita di carta forno, attiva la ventola e ruota di tanto in tanto la teglia durante il processo di essiccazione controllando le erbe ogni 15 minuti circa (l’intero processo di essiccazione richiederà, a seconda delle erbe, da 1 a 2 ore). Non appena saranno completamente asciutte al tatto, togli la teglia dal forno e fai raffreddare le erbe a temperatura ambiente. Invece del forno puoi ricorrere a un disidratatore, un’ottima alternativa se stai cercando di essiccare rapidamente le erbe senza correre il rischio di cuocerle accidentalmente.

Come essiccare le erbe
Se hai un po’ di rosmarino essiccato prova a preparare queste gustosissime patate al forno con rosmarino. Clicca e scopri la ricetta

Essiccare le erbe in forno nel microonde

Puoi essiccare le erbe anche adoperando il microonde, il rischio molto alto in questo caso è quello di cuocere le erbe invece di essiccarle, è necessario porre molta attenzione adoperando il microonde alla temperatura più bassa da esso consentita. Sistemare le erbe tra due tovaglioli di carta e riporle nel microonde per un minuto, continuando la cottura in step di 20-30 secondi per volta e fino a completa disidratazione.

Come conservare le erbe essiccate

Tutto ciò di cui hai bisogno per conservare le tue erbe una volta che sono disidratate è un contenitore ermetico (meglio se di vetro) da conservare in ambiente buio (un armadietto privo di vetri ad esempio), così da ridurre i processi ossidativi e prevenire la formazione di muffe e parassiti conservando al contempo sapori e profumi tipici delle erbe impiegate in cucina. Puoi decidere di conservare le erbe intatte oppure frantumarle e ottenere una sorta di polvere; ricorda però che più sfarini le erbe, più queste perderanno la loro naturale composizione chimica. Se correttamente conservate queste erbe possono essere impiegate senza problemi anche fino ad un anno, giusto il tempo di raccogliere le nuove di stagione e ripetere il processo di essiccazione.

 

Image by shorty_ox from Pixabay



Caricare altro in Casa e famiglia