fecola di patate

La fecola di patate, il cui aspetto ricorda una classica farina bianca molto sottile, impalpabile, è spesso citata tra gli ingredienti di alcuni dolci, torte in primis. La fecola viene impiegata per conferire ad alcuni dolci una consistenza soffice e morbida, oppure per rendere la pietanza più compatta (provala nella preparazione delle crocchette di patate, rimarrai sorpresa) o, ancora, come ingrediente addensante in creme e zuppe; in pochi sanno che è possibile sostituire la fecola con altri prodotti e ottenere lo stesso risultato. Ecco come sostituire la fecola di patate.

Come sostituire la fecola di patate

Il “potere” della fecola di patate è da ricercarsi sostanzialmente nell’amido delle patate, ecco perché può essere facilmente sostituita con un altro ingrediente sempre a base di amido. Il prodotto più indicato per sostituire la fecola di patate è la maizena, in alternativa anche la frumina (amido di frumento non adatto alle persone celiache) o finanche l’amido di riso o di tapioca. La maizena, comunemente nota anche come amido di mais, si ottiene macinando la parte interna dei chicchi di mais molto ricchi di amido, a differenza della classica farina di mais che si ottiene dalla macinazione dell’intero chicco. La maizena viene anche utilizzata per la preparazione dell’impasto della pizza senza glutine e per la polenta. La fecola di patate è particolarmente appiccicosa e può essere addizionata agli altri ingredienti anche prima della loro cottura, per l’amido di mais il discorso è leggermente diverso, prima di essere aggiunto agli altri ingredienti deve inevitabilmente essere sciolto in acqua fredda e va unito alla ricetta solo al termine della cottura. La maizena può essere sostituita nella dose di 2/3 rispetto alla farina impiegata nella ricetta.

La frumina viene sovente impiegata per la preparazione dei dolci, donandogli friabilità, porosità e classica consistenza soffice. La frumina può essere sostituita nella dose dei 2/3 rispetto alla farina impiega nella ricetta. Anche l’amido o farina di tapioca (amidacea estratta dalla radice della manioca), usata per la preparazione di minestre, zuppe, soprattutto nelle cucine sudamericane, può essere un valido sostituto della fecola di patate; tuttavia, quando si impiega l’amido di tapioca come sostituto della fecola di patate c’è da tener presente che la sua capacità di addensare è leggermente inferiore a quella dell’amido di patate, il consiglio è quindi quello di utilizzare circa il doppio della quantità richiesta dalla tua ricetta che impiega la fecola di patate. Ricorda anche che la tapioca non gestisce bene i liquidi acidi, combinata con essi può perdere la capacità di addensarsi. Agisce anche molto rapidamente ma non reagisce molto bene alla cottura lunga dei cibi, ragion per cui è il caso di impiegarla solo all’ultimo minuto piuttosto che all’inizio del processo di cottura.

Come sostituire la fecola di patate
Farina di tapioca Bio.


Caricare altro in Casa e famiglia