Home Casa e famiglia Fagioli nella pentola a pressione

Fagioli nella pentola a pressione

6 min.
Fagioli nella pentola a pressione

Tutti amano i fagioli cotti a fuoco lento sul fornello, purtroppo, a volte, non si ha abbastanza tempo per cuocere i fagioli in modo tradizionale, in questo caso la pentola a pressione può esserci di grande aiuto. La pressione e il calore sprigionato dalla cottura in pentola a pressione consentono di cuocere in appena 20 minuti ottimi fagioli, soprattuto se la qualità è quella rossa.

 

Pentola a pressione ottima per i fagioli secchi

Le pentole a pressione sono presenti sul mercato da decenni, nel tempo la tecnologia si è evoluta e quelle che un tempo potevano essere considerate poco sicure, oggigiorno sono molto versatili, sicurissime e velocissime nella cottura. I modelli più datati di pentola a pressione erano dotati di una singola valvola di fuoriuscita del vapore che, in talune circostanze, poteva rimanere intasata dal cibo in cottura creando una vera “bomba”. Le pentole a pressione moderne sono in genere dotate di due o tre valvole di sicurezza ridondanti e caratteristiche di sicurezza aggiuntive, come un coperchio che ne impedisce l’apertura quando la pressione interna supera quella atmosferica. La pressione all’interno della pentola si crea facendo bollire il liquido all’interno, il vapore intrappolato aumenta la pressione interna e la temperatura, cosicché gli alimenti si cuociono più rapidamente, tra l’altro risparmiando tempo ed energia.

Suggerimenti per la cottura dei fagioli nella pentola a pressione

– Prima di introdurre qualunque cibo all’interno della pentola, riempire la stessa con il liquido di cottura, si va da un minimo di 250ml a un massimo che può raggiungere i 2/3 dell’altezza della pentola, in ogni caso non si deve mai superare la tacca indicata all’interno del recipiente compreso il cibo da cuocere. Nel caso di cottura dei nostri fagioli aggiungiamo della sola acqua.

– Se i fagioli che vogliamo cuocere sono secchi, questi devono essere messi in ammollo almeno 4 ore prima della cottura, meglio se 6 ore; risciacquare i fagioli prima di riporli nella pentola per la cottura. Se si dimentica di mettere in ammollo i fagioli in anticipo, puoi anche riporre gli stessi in una pentola con acqua fino a coprirli, portare a ebollizione e far bollire 3 minuti; spegnere la fiamma e lasciare riposare per 1 ora prima di procedere con la cottura nella pentola a pressione. Se devi preparare fagioli per 4 persone puoi prevedere 300 g di fagioli.

– Nella pentola a pressione non utilizzare mai olio, impedisce ai fagioli di schiumare, rischiando, tra l’altro, di intasare lo sfiato del vapore. Dopo aver riposto l’acqua di cottura e i fagioli nella pentola a pressione, unire le verdure mondate e tagliate a pezzi (1 patata, 1 carota e 1 zucchina). Chiudere la pentola a pressione e cuocere a fiamma alta; dal momento in cui la valvola di sfogo inizia a “fischiare”, abbassare la fiamma e cuocere per 20 minuti.

– Spegnere il fuoco, far fuoriuscire tutto il vapore dalla pentola, poi togliere il coperchio e aggiungere sale e olio extravergine di oliva, far insaporire, quindi servire a tavola. Per far scendere più velocemente la pressione all’interno della pentola, si può sollevare la stessa adoperando guantoni da cucina, passando la pentola sotto l’acqua corrente facendo attenzione a evitare lo sfiato del vapore o altre valvole di sfogo (non immergere mai la pentola a pressione sotto l’acqua). Questo metodo di raffreddamento è ideale per alimenti con tempi di cottura brevi, come i fagioli. Ci vogliono circa 20 secondi perché la pentola si raffreddi abbastanza da abbassare la pressione in modo che possa essere aperta in sicurezza. Questo metodo non è adatto per le pentole a pressione elettriche, che non dovrebbero mai essere messe a contatto con l’acqua.



Caricare altro in Casa e famiglia