tè verde

Consumare cibi e bevande ricche di flavanoli, antiossidanti presenti ad esempio nel tè, vino rosso, frutti di bosco, cacao e nelle mele, potrebbero portare a un abbassamento della pressione sanguigna. Ad affermarlo una recente ricerca pubblicata sul magazine Scientific Reports e guidata dal professor Gunter Kuhnle, nutrizionista dell’Università di Reading. Gli studiosi hanno analizzato la dieta di 25.618 partecipanti residenti a Norfolk, nel Regno Unito, e hanno messo in relazione cibi e bevande consumate con la loro pressione sanguigna. In contrasto con la maggior parte degli altri studi che indagano sui legami tra nutrizione e salute, gli studiosi non si sono affidati a quanto dichiarato dai partecipanti alla ricerca, bensì hanno misurato oggettivamente l’assunzione di flavanoli impiegando specifici biomarcatori, che hanno così permesso di attribuire con sicurezza l’assunzione di flavanolo tramite regime alimentare.

La differenza di pressione sanguigna tra quelli con il 10% più basso di assunzione di flavanolo e quelli con il 10% più alto di assunzione era compresa tra 2 e 4 mmHg; secondi gli studiosi questo è paragonabile a cambiamenti significativi della pressione sanguigna osservati in coloro che seguono una dieta mediterranea o un approccio dietetico per il controllo dell’ipertensione. In particolare, l’effetto è stato più pronunciato nei partecipanti affetti da ipertensione. Lo studio suggerisce che l’aumento generalizzato di flavanoli, potrebbe portare a una riduzione complessiva dell’incidenza di malattie cardiovascolari.

“Studi precedenti svolti su vaste popolazioni, hanno sempre basato i loro risultati su dati auto-riportati dai soggetti interessati al test, il nostro è il primo studio epidemiologico di questa scala a indagare oggettivamente l’associazione tra uno specifico composto bioattivo e lo stato di salute. Abbiamo un riscontro oggettivo sull’associazione tra i flavanoli – presenti nel tè e in alcuni frutti – e la pressione sanguigna. Questa ricerca conferma i risultati di precedenti ricerche di intervento dietetico e mostra che gli stessi risultati possono essere ottenuti seguendo una dieta abituale ricca di flavanoli” ha dichiarato il dott. Kuhnle. (fonte)

flavanoli
Oltre a contenere flavanoli, il tè contiene tante altre sostanze salutari. Clicca per approfondire
Caricare altro in News