Frittelle di cavolfiore

Modificato il 19 Gennaio, 2022

Queste deliziose frittelle di cavolfiore in pastella amo prepararle più volte durante la stagione invernale, spesso le servo come secondo piatto, magari abbinate a un’insalata tonno e uova sode, oppure come gustoso antipasto finger food.

La preparazione è davvero veloce, non richiede lievito, bastano davvero poco minuti, a propria discrezione è possibile impiegare sia il cavolo viola che quello bianco, poco cambia. Molti le gradiscono calde, altri, ad esempio mio marito. ama consumarle anche il giorno dopo fredde, lasciandole  adagiate su 2-3 fogli di carta assorbente in modo tale che si assorba l’olio in eccesso, l’impasto diventa più compatto e, a suo dire, anche il gusto ne guadagna. E tu come le gradisci?

Ingredienti ricetta Frittelle di cavolfiore senza lievito

  • 1 cavolfiore bianco di media grandezza (Dosi per 4 persone)
  • 3-4 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di formaggio pecorino grattugiato
  • 4-5 cucchiai farina 00
  • Olio per friggere q.b. (meglio se di arachidi)
  • Prezzemolo q.b.
  • Sale e pepe q.b.

Come fare le Frittelle di cavolfiore in pastella

– Pulisci il cavolfiore sezionandolo in cimette, intanto, in una pentola abbastanza capiente  l’acqua salata. Al primo bollore immergi le cimette di cavolfiore e fai cuocere fino a completa cottura.Frittelle di cavolfiore

– Scola le cimette del cavolfiore e lascia raffreddare per mezz’ora circa; ti consiglio di far riposare il cavolfiore in uno scolapasta, cosicché, gradualmente, possa eliminare l’acqua in eccesso. Riponi il cavolfiore in una ciotola abbastanza capiente e, utilizzando i rebbi di una forchetta, schiaccia le cimette riducendole in polpa.

Aggiungi alla purea di cavolfiore il sale, l’uovo, il pepe, i due tipi di formaggio e un po’ di prezzemolo tritato. Amalgama tutto e aggiungi poca per volta la farina, tanto quanto sarà necessario per rendere il composto sodo.

Frittelle di cavolfiore

– In una padella fai riscaldare l’olio di frittura, quando l’olio raggiunge la temperatura adeguata, con un cucchiaio prendi un po’ di pastella e riponila nell’olio bollente. Ti accorgi della cottura delle frittelle quando acquistano la classica doratura del fritto, di tanto in tanto gira le frittelle così da rendere la cottura omogenea da entrambi i lati. Quando le frittelle di cavolfiore saranno cotte adagiale su un piatto foderato da carta assorbente.

Frittelle di cavolfiore senza lievito



Caricare altro in Secondi piatti