Pisell in padella

Ultimo aggiornamento:

I piselli (pisum sativum) sono utilizzati per dar vita a numerosi piatti, dalla classica pasta o riso con piselli, ai piatti di pesce o di carne. Pochi forse sanno che i piccoli, saporitissimi e tondeggianti piselli, disponibili in oltre 200 varietà, sono legumi e non verdure, il colore verde e il contenuto di acqua (i piselli sono composti da oltre il 79% di acqua) può trarre in inganno, quando infatti pensiamo ai legumi siamo abituati a pensare a piccoli frutti di colore marroncino (ceci, fagioli e lenticchie etc). I piselli, oltre a essere golosissimi, sono anche ipocalorici e contengono abbastanza nutrienti e quasi tutte le vitamine e i minerali (magnesio, potassio e calcio in primis) di cui si ha bisogno, oltre a una discreta quantità di fibre e antiossidanti polifenolici; meno ricchi di amido rispetto ad altri legumi, i piselli sono maggiormente digeribili rispetto a ceci e fagioli.

Valore nutrizionale dei piselli

Il contenuto calorico dei piselli è piuttosto basso (100 g saltati in padella contengono 91 kcal, i piselli surgelati ne contengono 48 kcal, mentre quelli in scatola 68 kcal), circa il 70% delle calorie proviene da carboidrati e il resto è fornito da proteine, solo una piccola quantità deriva dai grassi e zero colesterolo. In 100 grammi di piselli troviamo anche:

  • Acqua 79,4 g
  • Zuccheri 4 g
  • Carboidrati 6,5 g
  • Grassi 0,6 g
  • Proteine 5,5 g
  • Fibra totale 6,3 g
  • Sodio 1 mg
  • Potassio 193 mg
  • Fosforo 97 mg
  • Ferro 1,7 mg
  • Calcio 45 mg
  • Vitamina B1 0,2 mg
  • Vitamina B2 0,08 mg
  • Vitamina B3 2,6 mg
  • Vitamina A 64 µg
  • Vitamina C 32 mg

Il contenuto proteico unico dei piselli (anche se privi dell’aminoacido metionina) li rende un’ottima alternativa alimentare per chi non consuma prodotti di origine animale, tant’è che un tempo i piselli venivano chiamati la carne dei poveri. Oltre a essere ricchi di fibre, che favoriscono la digestione, e proteine, i piselli hanno un basso indice glicemico (46 bolliti, 69 verdi e 34 secchi), un ulteriore importante fattore per il controllo della glicemia; secondo alcuni studi, le fibre e le proteine, oltre a discrete quantità di magnesio, potassio e calcio impediscono l’innalzamento repentino dei livelli di zucchero nel sangue, aiutando a tenere sotto controllo il diabete (fonte). Alcuni ricecatori hanno preso in esame 26 studi statunitensi e canadesi che hanno studiato le abitudini alimentari di un campione di 1.000 persone; l’analisi ha mostrato che una porzione giornaliera di legumi (fagioli, ceci, lenticchie e piselli) era collegata a una riduzione del colesterolo LDL del 5%. Lo studio non è stato in grado di confermare la causa-effetto, ma ha mostrato una forte associazione (fonte)

Ricette con i piselli

Amo impiegare i piselli in svariate preparazioni, dalla pasta ai secondi piatti. Un primo piatto che preparo spesso sono gli Spaghetti al pesto con piselli e pancetta, generalmente preparo questa ricetta quando il mio basilico mi regala delle profumatissime e freschissime foglie con le quali preparare il pesto.

I piselli sono legumi?
Spaghetti al pesto con piselli e pancetta

Altra pietanza che ti propongo è il Riso alla cantonese, un piatto per il quale mia figlia farebbe pazzie. Se invece vuoi preparare una ricetta con pochissimi ingredienti e da preparare velocemente, allora devi provare la ricetta delle uova con piselli: in una padella prepara un soffritto con trito di cipolla, una volta appassita aggiungi 300 grammi di piselli (dose per 4 persone), quindi aggiusta di sale, poi aggiungi mezzo bicchiere di acqua e fai cuocere con coperchio a fiamma media. A cottura ultimat, adoperando un mestolo di legno realizza dei piccoli spazi tra i piselli, in ognuno disponi un uovo, facendo attenzione a non rompere il tuorlo. Spolverizza sulle uova un pizzico di sale e pepe nero, quindi ricopri il tegame con un coperchio e fai cuocere per qualche altro minuto fino a far rapprendere le uova.



Caricare altro in Casa e famiglia