Per far fronte ai chili di troppo, tonificare e rassodare il corpo, negli ultimi anni va molto di moda l’idrobike, altrimenti detta acquaspinning oppure Hydrobike. Si tratta di una disciplina di fitness acquatico, del tutto equiparabile a una sessione di spinning eseguita in piscina adoperando una particolare bicicletta in acciaio inox che viene fissata sul fondo della piscina mediante opportune ventose. La postura che si assume permette al corpo di essere sommerso dall’acqua fino alla vita, facendo rimanere allo scoperto solo la parte superiore, con la capacità, tra l’altro, di annullare o diminuire di molto la fastidiosa sudorazione tipica dello spinning classico. Rispetto allo spinning, l’idrobike permette anche di bruciare più calorie (circa 1350 Kcal ogni ora di attività).

Praticando quest’attiva aerobica, agli effetti salutari dello spinning si affiancano quelli offerti dall’acqua sul corpo che, per tre quarti d’ora (questa generalmente è la durata di una sessione), massaggia gambe e glutei, un po’ come avviene per l’acquagym.

Se si è in sovrappeso, l’idrobike rappresenta l’esercizio aerobico con meno controindicazioni, soprattutto perché svolto in assenza di gravità. L’idrobike permette di tonificare i muscoli rassodandoli; l’effetto benefico non si limita ai soli muscoli delle gambe, bensì anche i glutei saranno maggiormente scolpiti e più sodi, così come i muscoli dell’addome e delle braccia. A giovare dell’idrobike anche il cuore e la circolazione sanguigna.

Come si svolgono le sessioni di allenamento

Gli allenamenti, tipicamente 2-3 a settimana, si svolgono a tempo di musica e con il supporto di un trainer motivante, al termine della sessione si eseguono opportuni esercizi di stretching della durata di un quarto d’ora. Se si inizia a fare idrobike senza essere preparati fisicamente, l’istruttore suggerirà delle sessioni di riscaldamento muscolare da compiere a bordo vasca oppure direttamente in piscina.
A seconda della propria preparazione atletica, l’istruttore potrà suggerire di modificare la pedalata, passando così da quella classica da seduti, a quella alternata in piedi, per finire a quella in cui si pedala nel verso opposto, tutte le pedalate possono essere impostate per essere svolte in modo più veloce o lento con maggiore o minore sforzo.

Cosa ti occorre per iniziare a fare Idrobike

Scarpette sport acquaticiL’abbigliamento ideale richiede specifiche scarpette (puoi comprarle qui) provviste di suola antiscivolo e con una serie di fori lungo tutta la parte superiore, utili per far filtrare l’acqua; costume olimpionico; opzionalmente, ma meglio prevederlo, un pantaloncino da ciclista imbottito in grado di attutire l’impatto e lo sfregamento con il sellino della bicicletta (puoi comprarlo da Cisalfa oppure in un punto vendita Decathlon, oppure in negozi specializzati).



  • natsubate

    Caldo e natsubate, sintomi e rimedi

    Durante un periodo di caldo torrido potresti sperimentare quella che in Giappone è conosci…
  • Quante mandorle al giorno

    Quante mandorle al giorno?

    Che le mandorle, così come altra frutta secca, possa portare benefici al nostro organismo …
  • Pesce ricco di omega 3

    Pesce ricco di omega 3

    Qual è il pesce più ricco di Omega 3? Tutti i pesci grassi sono le migliori fonti di omega…
Caricare altro in Approfondimenti