polpette calabresi

Le polpette calabresi – che noi abbiamo ribattezzato vrasciole – penso siano uno dei cibi che in famiglia amiamo più di tutti, almeno una volta a settimana le preparo e vanno a ruba, mia figlia ne va letteralmente ghiotta, le adora intingere nelle sue salsine a base di maionese, ketchup o agrodolce, mio marito che fa sempre l’indifferente quando le preparo in realtà è il primo ad abbuffarsene, insomma, un piatto, semplice da preparare, che soddisfa il palato di tutto.

Puoi abbinare a queste squisite polpette di carne una buona insalata di pomodori, ovviamente condita con Cipolla di Tropea, olio extravergine d’oliva, aglio e origano.
Se vuoi provare una ricetta alternativa alle Polpette calabresi preparate con la carne, ti consiglio di provare la ricetta delle gustosissime Polpette di melanzane, altro finger food che preparo spesso e che, in quanto a gusto, se la gioca secondo me alla pari con le Polpette di carne trita. Provare per credere!

Ingredienti delle Polpette calabresi

  • 500g di carne trita di manzo
  • 100g di pane raffermo inumidito o mollica di pane
  • Mezzo spicchio d’aglio
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di Parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 cucchiaio di Pecorino grattugiato
  • 2 ciuffi di prezzemolo fresco
  • Sale e pepe q.b.

Come fare le Polpette di carne calabresi

– In una terrina riponi la carne trita, il pane raffermo inumidito – l’ideale sarebbe impiegare del pane casereccio – e ben strizzato (in alternativa puoi impiegare anche la mollica di pane), lo spicchio d’aglio finemente tritato, il Parmigiano reggiano grattugiato, l’uovo, sale, pepe nero e prezzemolo. Amalgama il tutto fino a ottenere un composto omogeneo.
Preleva un po’ di carne e realizzare una pallina di carne allungata, la forma della classica polpetta. Per meglio maneggiare la carne puoi di volta in volta inumidire le mani con acqua o con un goccio d’olio d’oliva.

Polpette calabresi

– Nel mentre, in una padella abbastanza capiente metti a riscaldare abbondante olio di frittura, io preferisco l’olio di arachidi. Fai raggiungere all’olio la temperatura di 175° (puoi adoperare un classico termometro da cucina), poi sistema alcune polpette nella padella e farle cuocere da tutti i lati, rigirandole di tanto in tanto. Bada bene a non cuocere tante polpette per volte, più polpette adagi nell’olio bollente maggiormente l’olio scenderà di temperatura non garantendo la perfetta cottura.

Polpette calabresi

– Sistema le polpette calabresi su un vassoio foderato con carta assorbente, poi porta in tavola ancora ben calde. Io le gradisco anche fredde da consumare qualche ora dopo, sono comunque buonissime!



Caricare altro in Contorni