Riso con pochi carboidrati

In molti pensano che il riso rispetto alla pasta sia più povero di carboidrati, in realtà non è così, scopriamo, tra le diverse tipologie qual è il riso con pochi carboidrati.
Esistono decine e decine di qualità di riso: basmati, arborio, nero venere, originario, carnaroli solo per citarne alcuni, la qualità di riso con meno carboidrati è quella conosciuta come Riso selvaggio, Zizania Acquatica o Riso indiano, una varietà di grano proveniente dal Nord America; 165 grammi circa di riso selvatico cotto apportano 32 grammi di carboidrati (fonte). Questo particolare riso è anche ricco di antiossidanti, proteine, vitamina e minerali, in primis zinco e vitamina B6.

Il chicco del riso selvatico è affusolato e sottile, dal colore scuro in alcuni casi tendente al nero (essenzialmente dovuto all’alto contenuto di antocianine); una particolarità di questo riso è data dalla possibilità di essere impiegato per preparare i popcorn.
Il contenuto fitochimico del riso selvatico ne giustifica lo sviluppo come alimento funzionale. Gli acidi fenolici, i flavonoidi e altre sostanze fitochimiche presenti in questo riso hanno spiccate proprietà antiossidanti, associate alla prevenzione e gestione di diverse patologie: resistenza all’insulina e della lipotossicità, prevenzione dell’aterosclerosi con effetti antinfiammatori, antiallergici, antipertensivi e immunomodulatori (fonte).

Come cucinare il riso selvatico

Così come qualunque altro riso, anche il riso selvatico si accompagna bene a piatti a base di verdure o carni. Per cuocerlo si porta a ebollizione l’acqua o il brodo, quindi si versa all’interno il riso risciacquato con acqua fredda. Nel momento in cui l’acqua riprende bollore sarà necessario mescolare il riso evitando così che si attacchi la fondo. Una volta cotto sarà possibile impiegare il riso selvatico così come si fa con qualunque altro riso.

Riso con pochi carboidrati
Se ami il riso non puoi non provare questo buonissimo riso alla zucca. Clicca e scopri la ricetta

Foto di apertura: Pixabay



Caricare altro in Scienza e alimentazione