caffè

Bere caffè prima di andare a dormire non sarebbe poi così deleterio per l’insonnia, una ricerca portata avanti da scienziati della Florida Atlantic University, di Harvard, del Mississippi Medical Centerdi, di Emory e del National Institutes of Health – che hanno preso in esame il comportamento di 785 afroamericani per circa 14 anni – appura che a disturbare il sonno sono invece nicotina e alcool.
Bere caffè potrebbe incidere sull’insonnia molto di meno rispetto all’assunzione di queste altre due sostanze. Più nello specifico, lo studio dimostra che assumere alcolici entro quattro ore dal riposo notturno mette molto di più a rischio il sonno rispetto alla caffeina; proprio quest’ultima sarebbe più marcatamente associata agli episodi di insonnia, in particolar modo se fumata la sera: tra le persone partecipanti allo studio, è emerso che i fumatori tendevano a dormire mediamente 43 minuti in meno rispetto a “colleghi” non fumatori.

I ricercatori hanno comunque tenuto a sottolineare che il dosaggio, la sensibilità e la tolleranza non sono stati elementi presi in considerazione nello studio e “possono svolgere un ruolo importante nell’associazione tra uso di caffeina e sonno”. (fonte)

Caricare altro in News