nemici della pelle

Ti guardi allo specchio e ti chiedi come mai la tua pelle non è al top? Perché alcuni giorni la tua pelle è più secca e raggrinzita, altri più grassa e grigia? Scopriamolo insieme analizzando il problema e le possibili soluzioni. Scopri i cibi che rendono la tua pelle più bella.

Lo stress, il vero nemico della pelle

Lo stress è uno dei più grandi nemici della pelle. Esperti hanno scoperto che non sono gli episodi stressanti ad avere un effetto cattivo sulla pelle, bensì lo stress cronico, quello che giorno dopo giorno, settimana dopo settimana lavora in modo silente per deturparci non solo mentalmente. Lo stress cronico invecchia la nostra pelle prematuramente, chimicamente lo stress eleva il livello di cortisolo che deteriora il collagene e l’elastina, proteina fibrosa contenuta nei nostri tessuti, accelerando la produzione di sebo, che ostruisce i pori e favorisce le macchie. Inoltre lo stress ha la capacità di inibire la produzione di acido ialuronico creando secchezza e condizioni infiammatorie come l’eczema.
Cerchiamo quindi di rilassarci trovando la calma interiore, riuscendo magari a ritagliarsi un po’ di tempo, almeno un paio di volte a settimana, per dedicarti alla cura del tuo corpo: fai il bagno e scegli prodotti ricchi di olii essenziali lenitivi e calmanti come lavanda, rosa o geranio. Nella vasca da bagno impara a respirare profondamente usando il diaframma, mentre respiri immagina di gonfiare un palloncino nello stomaco. Senza pausa, espira – un breve sospiro leggero – quindi inizia un’altra inspirazione profonda nell’addome.

La tecnologia che invecchia la pelle

24 ore al giorno, 7 giorni su 7, siamo circondati dalla tecnologia, smartphone, tablet, PC, televisori, pervadono la nostra vita quotidianamente. La scienza sta dimostrando che la nostra dipendenza dalla tecnologia non sta facendo bene alla nostra pelle. La luce blu emessa dai display di smartphone e tablet causa danni ai radicali liberi e induce la produzione di enzimi dannosi per la pelle, provocando danni al collagene – la proteina più abbondante del corpo umano -, con conseguente invecchiamento. In aggiunta, la luce blu sopprime la produzione di melatonina, l’ormone del sonno; utilizzare lo smartphone o il tablet prima di addormentarsi può rendere più difficile addormentarsi e riposare bene e anche la pelle ne risentirà. Il consiglio è quello di non usare i dispositivi digitali prima di andare a letto e se proprio non se ne può fare a meno, comprare una pellicola in grado di azzerare le emissioni di luce blu. Ricorda anche che gli antiossidanti topici per la cura della pelle sono indispensabili per proteggersi dalla luce blu. Le vitamine C ed E e lo zinco possono aiutare a combattere il danno ossidativo e diminuire gli effetti negativi.

Evita gli eccessi di zucchero

Ci sono molti studi che dimostrano che troppo zucchero causa la glicazione (detta anche glicosilazione non enzimatica) della pelle, le fibre di collagene diventano fragili, di conseguenza la pelle diventa meno elastica. Lo zucchero in eccesso, quindi, si rivela un potentissimo acceleratore dell’invecchiamento cutaneo. La glicazione è proporzionale alla quantità di zuccheri – soprattutto semplici – che si introducono con l’alimentazione. Bisogna sempre quindi tenere in considerazione che alti livelli di glicemia, abbinati sensibili fluttuazioni della stessa, aumentano il deterioramento delle proteine del collagene Intorno i 45 anni, il processo di glicazione si accentua con conseguente assottigliamento del derma della cute. Evitare quindi torte, pasticcini e bevande dolcificate, favorire invece il consumo di frutta e verdura, minerali e vitamine, così come cereali integrali e proteine di origine vegetale

Non sottovalutare l’inquinamento atmosferico

L’inquinamento atmosferico non è solo dannoso per i nostri polmoni, i fumi tossici causano danni anche alla nostra pelle. Vivere in un ambiente urbano ci espone a fattori ambientali che possono indebolire la barriera protettiva della pelle, i segni dell’invecchiamento sono maggiori fino al 10 percento rispetto a chi vive in ambienti poco inquinati, colline o campagne. Sono stati finanche trovati legami tra inquinamento atmosferico e pigmentazione della pelle. Cosa possiamo fare per proteggere la nostra pelle? È consigliabile usare una crema con SPF, in grado di proteggere dai raggi UV, donando la giusta idratazione. Per avere un incarnato sempre protetto è consigliabile anche utilizzare prodotti contenenti antiossidanti in grado di ridurre lo stress ossidativo e creare uno scudo protettivo.



Caricare altro in Moda & Bellezza