i benefici del melograno

Il melograno (Punica granatum), originario del Medio Oriente e di alcuni paesi asiatici (oggi la maggior parte di questo frutto viene coltivata in California) è uno dei frutti con i più alti benefici per la salute, è infatti ricco di fibre, potassio e vitamina C, oltre a folati, vitamina A, B, B6, E e K; i suoi semi possono essere consumati da soli, oppure impiegati per condire insalate, hummus e altri piatti. Puoi anche spremere i semi del melograno e ottenere un ottimo succo ricco di sostanze benefiche, attenzione però se decidi di acquistarlo, bada che alcune bevande in circolazione potrebbero essere molto ricche di calorie poiché addizionate con zucchero, cerca sempre quindi di acquistare succo che riporta come contenuto della confezione 100% succo di melograno. Oltre a ricavarne il succo, puoi usare i chicchi di melograno fresco per aggiungere un tocco di gusto allo yogurt, dare un tocco di colore e fantasia alle tue insalate o al tuo cocktail preferito, così come amalgamarli a una buona crema pasticcera.

Succo di melograno. Benefici per la salute

Il succo di melograno è ricco di antiossidanti e flavonoidi, secondo alcuni studi ne conterrebbe addirittura tre volte in più del tè verde o del vino rosso. Gli antiossidanti proteggono le cellule del nostro corpo dai radicali liberi, riducendo lo stress ossidativo e gli effetti dell’invecchiamento. In alcuni studi, i melograni hanno mostrato efficacia nella prevenzione dei tumori alla prostata, al seno, ai polmoni e al colon (fonte, fonte, fonte). Inoltre, studi preclinici su animali hanno appurato che mangiare melograno può inibire la crescita di tumori ai polmoni, alla pelle, al colon e alla prostata, tuttavia sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere se i medesimi effetti sono riscontrabili negli esseri umani. Il succo di melograno è anche ricco di vitamina C quasi al pari degli agrumi. Questa vitamina è essenziale per la salute della pelle e della funzione immunitaria e favorisce la guarigione delle ferite. Il melograno fresco è anche una fonte di fibre, che possono favorire la perdita di peso, abbassare il colesterolo e alleviare la stitichezza. Alcuni studiosi hanno anche scoperto che alcuni composti presenti nel succo di melograno consentono di ridare forza ai muscoli nonché combattere il decadimento legato all’età.

Il Succo di melograno per abbassare la pressione sanguigna e controllare il diabete

L’ipertensione può aumentare significativamente il rischio di malattie cardiache e, una corretta dieta gioca un ruolo significativo nel controllo della stessa. Secondo uno studio pubblicato su Phytotherapy Research, bere 150 ml di succo di melograno per due settimane può ridurre significativamente i valori della pressione. L’aterosclerosi – l’accumulo di colesterolo e grassi nelle arterie – è una causa comune di malattie cardiache, a tal fine il succo di melograno potrebbe essere d’aiuto per ridurre i valori di colesterolo “cattivo” nel sangue, quello che ostruisce le arterie, nonché aumentare quello “buono” e utile a ridurre il rischio di ictus e attacchi cardiaci (fonte).
Alcuni studi hanno anche rivelato che, le persone affette da diabete di tipo 2 che hanno iniziato a bere succo di melograno, hanno mostrato un miglioramento della resistenza all’insulina. Il succo di melograno può anche essere d’aiuto nelle persone non affette da diabete ma che vogliono mantenere un peso ideale.

Il Succo di melograno per alleviare i sintomi dell’artrite e migliorare la memoria

Vivere con l’artrite significa dover convivere con una dolorosa infiammazione delle articolazioni. Alcune ricerche sostengono che le proprietà antinfiammatorie del succo di melograno possono aiutare a combatterle. Secondo una ricerca pubblicata sul magazine Journal Neurobiol Dis, il succo di melograno può aiutare a rafforzare la memoria e può anche aiutare a combattere la malattia di Alzheimer (fonte)

Succo di melograno. Gli effetti collaterali

Sebbene i melograni siano generalmente sicuri da mangiare, alcune persone potrebbero manifestare effetti collaterali indesiderati. Una reazione allergica al melograno è rara, ma può accadere. Se si soffre di allergie preesistenti a frutta e/o verdure, sarebbe bene consumare questo frutto con precauzione. Inoltre, il melograno può interagire con alcuni farmaci per il controllo dell’ipertensione (ACE inibitori o farmaci antipertensivi) o farmaci modificati (Citocromo P450 2D6 – CYP2D6) o altre tipologie di farmaci. Prima di inserire il frutto nella propria dieta è sempre opportuno sentire il parere del proprio medico curante, l’unico che conosce la cartella clinica e in grado di avallare o meno l’assunzione del frutto o dei suoi derivati.

succo di melograno
Spremiagrumi alto da banco. Ideale per la spremitura di arance e melograni, facile da usare e da pulire, completamente smontabile.


Caricare altro in Scienza e alimentazione